Archivi categoria: ARCHIVIO ARTICOLI

Premiazione Contest “Acqua di Calizzano”

Venerdì 23 novembre i dodici ragazzi dell’istituto Falcone di Loano che hanno partecipato al progetto sono stati valutati e premiati con una targa, oltre a vedere le proprie opere sul calendario 2019 dell’Azienda Acqua Minerale Calizzano.

Sono stati assegnati due premi:

“Premio Giuria Popolare”: il giudizio è costituito da tutti coloro che hanno vortato sul profilo Facebook e Instagram dell’Azienda Calizzano.

Mentre il “Premio Giuria Tecnica” è stato proclamato dalla giuria tecnica di cui hanno fatto parte: l’architetto Eleonora Testa, l’architetto Eleonora Spotorno, il designer Gabriele Villa, la giornalista Silvia Andreetto, la Preside dell’Istituto Falcone Ivana Mandraccia, la titolare del Bar Ferro (di Finale Ligure) Elena Casanova e la dirigenza dell’Azienda Calizzano costituita dall’Amministratore Delegato Angelo Nan, dall’Ing. Paolo Nan e dal Dott. Ennio Riolfo.

Presidente di Giuria Sergio Olivotti.

L’Azienda Calizzano ha donato all’istituto n. 08 Tavolette Grafiche per Dipingere, Disegnare ed Editare Foto.

www.savonanews.it

 

PON: Matematica e Metacognizione

AL FALCONE DI LOANO UN PROGETTO INNOVATIVO DI MATEMATICA E METACOGNIZIONE

Per la Classe I A del Liceo Scientifico Opzione Scienze applicate dell’Istituto  “Giovanni Falcone”  di Loano parte il Progetto Europeo sulle Competenze di base  con il Modulo dedicato all’apprendimento potenziante della matematica.

Il corso, della  durata di 30 ore, coinvolgerà la dott.ssa Paola Ricca, esperta in metacognizione e matematica, ideatrice del metodo FreeNauta per l’apprendimento positivo, e la professoressa Emila Stoppioni nel ruolo di tutor.

Si tratta di progetto di frontiera sotto diversi punti di vista. In primo luogo, si propone di mettere i *processi mentali di ogni studente al centro del percorso di apprendimento. Ciò significa che in aula, mentre si affronteranno quesiti e problemi matematici, al tempo stesso si cercherà di dare qualche risposta a una delle domande più stimolanti per ognuno di noi: come funziona la mia mente? Quali sono le mie aree di forza?  Qual è il mio stile di apprendimento? Con quali strategie imparo meglio? Cosa mi aiuta ad ricordare meglio?

Alla fine del percorso, quindi, a fianco alle competenze matematiche potenziate, ogni partecipante avrà rinforzato anche la propria auto-consapevolezza, una risorsa cruciale nello studio e nella scuola. Un secondo aspetto distintivo del programma, su cui la classe ha avuto modo di indagare già dal primo incontro, è l’idea di “scambio”. I ragazzi hanno punti di vista diversi, strategie risolutive che possono migliorare e rafforzarsi grazie allo scambio di opinioni. Per questo motivo, i partecipanti assumeranno a turno il ruolo di tutor dei compagni, imparando che la matematica non è solo “qualcosa che so fare”, seguendo un dato procedimento che ho memorizzato, ma che è anche una competenza che posso condividere con altre persone, mettendo a disposizione dell’altro ciò che ho capito e scoprendo che, così facendo, imparo meglio anche io. A livello di contenuti, un ruolo particolare avrà il tema della relazione tra emozioni e apprendimento, oggi considerata da molti *il cardine delle strategie di potenziamento, * e sulla quale si ha purtroppo sempre poco tempo per intervenire. Grazie a queste ore, i ragazzi potranno iniziare a comprendere in che modo le emozioni influenzino l’apprendimento. Acquisiranno, inoltre, strumenti per moderare le emozioni disturbanti e per superare stati di ansia o simili. A livello di struttura delle attività, il percorso si svolgerà attraverso  la soluzione in aula di problemi in piccoli gruppi, con l’aggiunta di una sfida settimanale (un quesito un po’ più fantasioso e articolato),che i ragazzi potranno affrontare a casa individualmente, tra un incontro e il  successivo. In questo modo si riducono al minimo le lezioni frontali e si usa il tempo in aula per un confronto che generi valore nell’apprendimento. Per favorire la discussione e la riflessione, saranno usate le carte  del* *Gioco di Allenamento Metacognitivo Super-ME di FreeNauta, ideato dalla  docente, dott.ssa Ricca, che permetterà agli alunni di misurare, in un‘campionato’ settimanale, la crescita delle proprie capacità meta cognitive. Infine, il nostro sogno: per alcuni  partecipanti,  in base a un sondaggio anonimo svolto nel primo incontro, la matematica è  “bella”,”utile” e“logica”, mentre per altri è ”noiosetta” o addirittura “niente”. Il corso avrà raggiunto il suo obiettivo quando ogni ragazzo vedrà la matematica, e l’apprendimento in generale, come… “un buon amico che sono felice di incontrare ogni giorno”.

PON: Autodifesa

Martedì 30 ottobre e 6 Novembre con il Maestro Antonio Musuraca i nostri ragazzi hanno effettuato due lezioni di difesa personale.

L’obiettivo dell’incontro è stato quello di provare a riconoscere una situazione di pericolo ed imparare a  saperla gestire.

È stata svolta una parte iniziale di riscaldamento ludico, fisico ma soprattutto psicologico, per portare i ragazzi ad una situazione meno rigida e più rilassata per far sentire tutti più partecipi. Il Maestro ha poi presentato alcune situazioni di  pericolo con le possibili soluzioni per evitare lo scontro. Sono state provate tecniche, strategie  e tattiche  combinabili tra di loro per la difesa contro aggressioni e/o attacchi, a livello fisico, psicologico e verbale .

Tutti i ragazzi si sono esercitati in palestra  riuscendo a soddisfare il loro istruttore, nonostante il poco tempo a disposizione.

 

 

BIBLIOTECA

Da lunedì 5 novembre le biblioteche scolastiche dell’Istituto saranno aperte per il prestito e la consultazione dei libri, il comodato d’uso dei testi scolastici e per ogni altra iniziativa di promozione alla lettura con il seguente orario:

SETTORE ECONOMICO SETTORE TECNOLOGICO
GIORNO DALLE ALLE GIORNO DALLE ALLE
LUNEDI’ 11,50 12,45 MARTEDI’ 10,50 11,40
MERCOLEDI’ 11,50 12,45 GIOVEDI’ 10,00 10,50
VENERDI’ 9,00 9,50

Si ricorda che il prestito dei libri ha la durata di 30 giorni rinnovabili una sola volta e che le richieste devono essere inoltrate alla Prof.ssa Sambi Francesca responsabile della biblioteca o all’aiutante Tecnico Gianti Marino.

E’ inoltre attivo il servizio di prestito in comodato d’uso di testi scolastici.

Indicazioni operative Esame di Stato

 

Di seguito i documenti pubblicati dal MIUR e contenenti le prime indicazioni in vista dell’ ESAME DI STATO CONCLUSIVO DEI PERCORSI DI ISTRUZIONE SECONDARIA DI SECONDO GRADO A.S. 2018/2019.

Visita all’osservatorio di Perinaldo

“Europe make a wish. Peregrinus: orizzonti non confini”

Venerdì 12 ottobre 2018 gli alunni delle classi 1B AFM e 2A TUR hanno visitato l’osservatorio comunale “G. Cassini” di Perinaldo e partecipato alla conferenza tenuta dall’archeologo, geologo e ambientalista irlandese Gerard Clarke.

Il professor Clarke ha interagito con gli studenti parlando di archeo-astronomia e del sito neolitico di Newgrange, di Irlanda, di Europa, di pianeta Terra e di ecologia spirituale.

In occasione dell’incontro è stato avviato il progetto didattico Europe make a wish che verrà sviluppato nella nostra scuola, e che attraverso la collaborazione tra Italia e Irlanda, mira ad accrescere l’idea di cittadinanza europea attiva e consapevole degli alunni.

Questa iniziativa culturale si inserisce nel più ampio progetto “Peregrinus, Orizzonti non Confini. Via cielo, terra e mare il respiro europeo sul Cammino di San Colombano” ideato nel 2012 dall’architetto Manuela Bertoncini dell’associazione culturale Green Butterflies in collaborazione con enti e associazioni delle sette nazioni europee attraversate dal Cammino di Colombano.

 

 

 

A Scuola di Circo

CIRCO ALL‘INCIRCA
“La scoperta del territorio attraverso il gioco”
Sabato 27 ottobre 2018

Nella giornata odierna siamo stati ospiti nella palestra della ASD Sportiva Toirano. L’attività svolta con l’istruttore Simone Peretti è stata  una carrellata di esercitazioni propedeutiche alla giocoleria, all’equilibrismo ed all’animazione.

I ragazzi si sono cimentati con giochi di riscaldamento a corpo libero per migliorare la mobilità e reattività. Hanno poi provato vari esercizi   da giocolière:

  • con una pallina e, successivamente, con due palline da far volteggiare,
  • con i piatti cinesi da far roteare,
  • con un bastoncino da tenere in equilibrio e far roteare tramite altri due bastoni.

Sono poi passati a giochi di equilibrismo ed animazione:

  • rimanendo in equilibrio con diverse posture sulla palla morbida;
  • riuscire a salire, prima in ginocchio e poi in piedi, sulla palla rigida;
  • riuscire a camminare sul filo, con l’assistenza dell’istruttore;
  • riuscire a stare in equilibrio e, successivamente, spostarsi su una tavoletta appoggiata sopra ad un tubo.

I ragazzi si sono quindi cimentati nell’esecuzione di tutti gli esercizi provati riuscendo a simulare un inizio di spettacolo che ha concluso questa nuova attività, a quanto pare molto gradita.

Prof. Maurizio Biggi, Prof. Luca Malvicini, Prof.ssa Emanuela Barione 

SALAMANCA – Soggiorno Studio

All’alba del 31 esimo anno di insegnamento, proprio quando pensavo di aver visto tutto, la scuola non finisce di stupirmi. E talvolta in positivo. In un mondo educativo molto spesso alla ribalta della cronaca per episodi poco edificanti e specchio fedele di una società in crisi di valori e comportamenti, un viaggio studio si può miracolosamente trasformare in un’esperienza di riabilitazione e redenzione. Non facciamoci quindi prendere dalla dilagante disperazione e dallo sconforto, i giovani d’oggi sono sempre ed ancora un diamante grezzo che, con l’aiuto di buoni insegnanti ed insegnamenti, può arrivare a splendere in tutta la sua bellezza ed unicità.

Il viaggio studio a Salamanca, mirabilmente organizzato dal Prof. Carcheri, prontamente e brillantemente coadiuvato dai suoi colleghi Proff. Valnegri e Falco, si è rivelato un’occasione unica e preziosa a dimostrazione di quanto affermato. In questo tipo di esperienza era previsto che i ragazzi venissero ospitati da famiglie Salmantine e frequentassero durante il loro soggiorno una scuola locale di lingua spagnola.

L’obbiettivo dell’iniziativa era quella di poter così apprezzare e conoscere differenti modi e ritmi di vita, approfondire la conoscenza della lingua e condividere momenti di vera atmosfera familiare, diventando parte integrante della comunità locale. Alla mattina era prevista la parte didattica della giornata, distribuita su quattro ore di lezione, mentre al pomeriggio erano organizzate attività esterne che prevedevano un coinvolgimento diretto dei ragazzi al di fuori della scuola. Lezioni di ballo, itinerario della città seguendo un ideale percorso storico e letterario, visita a luoghi e monumenti importanti nella vita e nella storia spagnola, interviste a persone del posto durante la spesa al mercato locale: tutto naturalmente e rigorosamente in lingua spagnola.

L’entusiasmo con cui i ragazzi hanno partecipato alle iniziative educative, didattiche e ricreative è stato contagioso e inaspettato. Ogni mattina, tutti incredibilmente puntuali all’inizio delle lezioni, raccontavano in modo appassionato le serate trascorse in famiglia, cenando e conversando come se fossero stati a casa loro. Gli insegnanti della scuola “Dice”, alla quale ci siamo appoggiati per l’iniziativa, sono rimasti impressionati dalla partecipazione dei nostri ragazzi, dalla loro predisposizione per la lingua e dai risultati conseguiti dopo una sola settimana di studio. Ben cinque di loro, a coronamento dei buoni esiti conseguiti alla fine delle lezioni, si sono aggiudicati una borsa di studio per una ulteriore settimana gratuita di corso.

Si è infine naturalmente instaurato tra docenti locali e allievi un rapporto di reciproco apprezzamento che è stato il vero valore aggiunto di questa esperienza non solo scolastica, ma anche e soprattutto di vita. Nella scuola di oggi si organizzano tanti viaggi di istruzione, ma la magia creata da un’attività di questo genere, facendo vivere ai ragazzi una realtà di studio locale e di vita in famiglia, è stata davvero unica, diversa e profonda. Il momento dei saluti finali si è rivelato senza dubbio quello più emozionante ed è anche il motivo che mi ha spinto a scrivere queste righe a commento di quanto vissuto.

Nel clima generale di euforia e nostalgia di quel commiato, una coppia di genitori ospitanti, con due bambini piccoli al seguito, si è avvicinata a noi insegnanti per ringraziarci dei momenti vissuti con i nostri ragazzi e per sottolinearne l’educazione, la simpatia e il buon comportamento dimostrati durante tutto il loro soggiorno. Nella loro esperienza di famiglie che accolgono ragazzi provenienti da tutto il mondo, hanno elogiato sopratutto la buona educazione degli studenti italiani in generale e dei nostri in particolare. Tutto questo, a detta loro, frutto di un sistema, di un metodo e di un paese che, a quel riguardo, dovevano lavorare davvero bene e secondo un modello serio e programmato. Stavano parlando dei nostri studenti e della scuola italiana, oggetto molto spesso di giudizi e critiche avventate ed ingiuste.

Mi sono sentito felice, orgoglioso e nello stesso tempo quasi imbarazzato a ricevere tutti quei complimenti, che volevano essere nella loro semplicità una sorta di importante riconoscimento e apprezzamento per un ruolo, un’istituzione e un paese troppo spesso facilmente maltrattati e sottostimati. All’arrivo ho quindi ringraziato uno per uno i nostri ragazzi. Questa volta la lezione ce l’hanno data loro e il Falcone, sullo slancio di questa iniziativa, ha spiegato le ali e ha definitivamente spiccato il volo.

Tenetevi stretti e allacciate le cinture, si decolla verso nuove mete….Salamanca è stata solo l’inizio…buon viaggio Falcone.

Prof. Fabrizio Falco

Avviso ai Docenti

SI AVVISA CHE SUL SITO DELL’ISTITUTO NELLA SEZIONE:

DOCENTI > APPUNTI > MODULI 

SONO PRESENTI I MODULI DELLE PROGRAMMAZIONI, RELAZIONI FINALI E DEI COORDINATORI DI CLASSE IN FORMATO .DOC DA COMPILARE E SALVARE NELLE CARTELLE DEDICATE IN RETE:

FALCONE > DOCENTI > MODULI COMPILATI >

LA PROGRAMMAZIONE, “PIANO DI LAVORO DOCENTE” DOVRA’ ESSERE INSERITO ANCHE NEI DOCUMENTI DEL REGISTRO ELETTRONICO.